AVVISO PUBBLICO ESPRESSIONI MEDIUM

AVVISO PUBBLICO
Per la selezione di proposte progettuali e per l’affidamento dei servizi volti alla realizzazione di eventi da realizzare nel Format ESPRESSIONI, taglio MEDIUM nell’ambito del Forum Universale delle Culture di Napoli

Riferimento CUP: B69G13001850001

Riferimenti CIG: X460E91F69; X1E0E91F6A; XF10E91F6B; XC90E91F6C; XA10E91F6D; X790E91F6E; X510E91F6F; X290E91F70; X010E91F71; XD40E91F72; XAC0E91F73; X840E91F74; X5C0E91F75; X340E91F76; X0C0E91F77; XDF0E91F78; XB70E91F79; X8F0E91F7A; X670E91F7B; X3F0E91F7C; X170E91F7D; XEA0E91F7E; XC20E91F7F; X9A0E91F80; X720E91F81

AVVISO CHIUSO

La procedura di cui al presente avviso pubblico, indetta con decreto a contrarre n. 31 del 26 marzo 2014, ha ad oggetto la selezione di proposte progettuali inquadrabili nel format delle “Espressioni”, per un importo massimo fino ad € 40.000,00 (quaranta mila) IVA esclusa.

Il format “Espressioni” raccoglie le proposte riferite a qualsiasi declinazione tecnicamente realizzabile delle arti performative.
Il Tavolo Interassessorile istituito con Delibera di GC n. 500/2013 ha individuato le seguenti configurazione tematiche:
Musica;
Teatro/Danza/Poesia;
Cinema;
Napoli in sport;
Napoli in movimento;
Le proposte dovranno essere:
– elaborate con lo scopo di valorizzare i luoghi e i temi del Forum, così come enunciati nelle Linee Guida allegate alla Delibera di Giunta n. 500/2013;
– univocamente riferite ad uno dei temi del Forum, così come individuati all’Art. 1;
– realizzate in siti e/o location che rientrino in uno degli ambiti localizzativi individuati nella citata Delibera di Giunta n. 500/2013; ovvero in location alternative, che risultino strutturalmente e funzionalmente coerenti per una immediata cantierabilità della iniziativa; o ancora suscettibili di poter essere realizzate in una delle location che la Fondazione si
riserva di mettere a disposizione, sulla base di specifica ricognizione operata in accordo con la Amministrazione Comunale e/o mediante una offerta pubblica di acquisto;
– schedulate temporalmente avendo riguardo al periodo considerato nella citata D.G. 500/2013, e in ogni caso non oltre il 30/10/2014;
– programmate in ogni caso in maniera “flessibile”, con la indicazione di cronoprogrammi alternativi; ovvero con la espressa enunciazione e coerente documentazione delle motivazioni tecniche che ne impediscono l’eventuale spostamento.
La natura ed il contenuto delle proposte, nonché la eventuale declinazione in termini di numero di rappresentazioni e/o interazioni con altri eventi, dovrà essere configurata in maniera da ottimizzare l’impiego delle location rese eventualmente disponibili dalla Amministrazione Comunale e/o dalla Fondazione.
La configurazione degli eventi e la relativa programmazione dovrà interessare un pubblico ampio, tenendo conto della eterogeneità dei partecipanti nelle diverse fasce orarie della mattina, pomeriggio e sera.
La Fondazione si riserva la facoltà di cambiare e modificare in qualsiasi momento per esigenze del più generale programma del Forum il crono programma, ovvero la location eventualmente prescelta, sempre dopo consultazione con l’operatore interessato.


LA DOTAZIONE FINANZIARIA
Conformemente a quanto previsto nelle Linee Guida di cui alla Delibera GC n. 500/2013, i temi del forum – diversità culturale, condizioni per la pace, sviluppo sostenibile, conoscenza e mare – vengono declinati dalla Città di Napoli nell’ambito di una proposta che mira ai giovani, ed alle culture come ponte per costruire un futuro migliore.
La fonte di finanziamento degli eventi è costituita dal Programma degli interventi di promozione culturale delle nuove iniziative regionali di cui al Piano di Azione e Coesione, III ed ultima riprogrammazione ( PAC III ) di cui alla DGRC n 225 del 12/7/2013.
In attuazione delle prescrizioni di cui ai commi 1 bis e 1 ter dell’art. 2 del D.Lgs. 163/2006, così come introdotti dal D.L. 6/12/2011, n. 201, convertito in Legge 22/12/2011, n. 214 (cd. “Decreto Monti”), la iniziativa è stata strutturata in n. 25 eventi autonomi, suddivisi secondo le evidenze di cui alla Tabella 1:

TIPO EVENTO                     VALORE  MAX  NUMERO   DOTAZIONE
Musica                         40.000        12                480.000
Teatro/Danza/Poesia     40.000          7                280.000
Cinema                        40.000         2                   80.000
Napoli in movimento      40.000         2                   80.000
Napoli in Sport             40.000          2                  80.000
TOTALE                                         25              1.000.000
Tabella 1 – Suddivisione della dotazione finanziaria relativa alle Espressioni taglio Medium (valori esposti al netto di IVA)

NATURA DELLA PROCEDURA
La presente procedura in considerazione della natura servizi – inquadrabili nella categoria 26 dell’Allegato IIB del codice dei contratti pubblici «SERVIZI CULTURALI, RICREATIVI E DEL TEMPO LIBERO» – si esplica in conformità alle norme ed ai principi di cui agli artt. 20, comma 1, e art. 27 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. e secondo quanto definito nel decreto a contrarre.
La procedura si articola in una unica fase.
La valutazione comparativa delle offerte avverrà sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa secondo i seguenti parametri:
Offerta tecnica
Max 75 punti
Offerta economica
Max 20 punti

PRECISAZIONI E RISERVE
Si precisa che:
– la pubblicazione del presente avviso,
– la presentazione della domanda di partecipazione e la partecipazione effettiva alla procedura,
– la valutazione positiva del progetto tecnico,
– la successiva proposta di aggiudicazione provvisoria formulata dalla Commissione,
non comportano per la Fondazione alcun obbligo di prosecuzione della procedura ovvero di aggiudicazione; né, per i partecipanti alla procedura, alcun diritto a qualsivoglia prestazione da parte della Fondazione stessa.
Corrispondentemente, non sorge a favore dei partecipanti alla procedura, alcun diritto a qualsivoglia prestazione da parte della Fondazione stessa.
La Fondazione si riserva espressamente la possibilità di annullare, modificare, sospendere, interrompere, revocare la procedura qualunque sia lo stato di avanzamento della stessa a suo insindacabile giudizio, senza che i partecipanti possano avanzare pretese di qualsiasi genere e natura.
La Fondazione si riserva espressamente la facoltà di procedere allo svolgimento della selezione anche in presenza di una sola proposta valida, ferma restando la facoltà dell’amministrazione di non procedere all’espletamento della seconda fase di selezione, se nessuna delle proposte risulti “coerente” con il concept del Forum.
I soggetti partecipanti, con la presentazione delle proposte attestano la piena ed esatta conoscenza nonché integrale incondizionata accettazione di quanto riportato nel presente avviso e nei relativi allegati e consentono al trattamento dei rispettivi dati societari e personali.
Tutte le proposte progettuali, ancorché autonomamente realizzate, potranno beneficiare dei servizi trasversali, tecnici e/o funzionali, erogati dalla Fondazione, da richiedere in osservanza dei regolamenti e/o dei protocolli attuativi rilasciati dalla Fondazione.

I SOGGETTI PROPONENTI
Sono ammessi a partecipare alla presente procedura i soggetti di cui all’art. 34 D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii..
Possono altresì partecipare fondazioni, associazioni, società cooperative, enti ed altri soggetti, che perseguano finalità istituzionali attinenti all’oggetto della presente procedura.
La partecipazione è possibile sia in forma singola che associata, nel rispetto di quanto previsto nel D.Lgs. 163/2006 e D.P.R. 207/2010.
Fermo restando quanto sopra, possono partecipare alla presente procedura i soggetti che siano in possesso dei seguenti requisiti generali e speciali:
 assenza delle cause di esclusione previste dall’art. 38 D. Lgs. 163/2006;
 aver espletato nell’ultimo triennio (2011-2012-2013) almeno un servizio analogo a quelli oggetto della presente procedura in favore di soggetti pubblici o privati;
 per i soggetti tenuti all’iscrizione presso la CCIAA: iscrizione presso la CCIAA per lo svolgimento di attività attinenti a quelle oggetto del presente avviso;
 per i soggetti che non sono tenuti all’Iscrizione presso la C.C.I.A.A: la eventuale iscrizione ad Albi, Elenchi, Ruoli e/o similari, tenuti da Pubbliche Amministrazioni e/o da soggetti delegati, e regolarmente vigenti, che attesti in maniera valida ed efficace lo svolgimento di attività attinenti a quelle oggetto del presente avviso; in assenza, il concreto ed attuale perseguimento di finalità istituzionali attinenti a quelle oggetto del presente avviso, da attestare con lo statuto (la cui copia dovrà essere allegata alla dichiarazione).

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE
I soggetti interessati a partecipare alla presente procedura dovranno far pervenire, a pena di inammissibilità, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 28 aprile 2014, presso il seguente indirizzo “Napoli, Via dei Mille 60 – Palazzo Roccella PAN Palazzo delle Arti” un PLICO, debitamente chiuso, sigillato, timbrato e/o controfirmato sui lembi di chiusura, recante all’esterno:
 l’indicazione ed i recapiti del mittente (denominazione o ragione sociale, sede ed altri dati identificativi, recapiti telefonici, nonché numero di fax e indirizzo di posta elettronica, ai quali inviare le comunicazioni relative alla presente procedura);
 il destinatario, ovvero “FONDAZIONE FORUM UNIVERSALE DELLE CULTURE 2013”
 la dicitura “CANDIDATURA ALL’AVVISO DI GARA PER LE ESPRESSIONI TAGLIO MEDIUM NELL’AMBITO DEL FORUM UNIVERSALE DELLE CULTURE”
 l’avvertenza di “NON APRIRE – PROTOCOLLARE ESTERNAMENTE”.
Il plico deve pervenire all’indirizzo sopra indicato, con una delle seguenti modalità:
1. a mezzo raccomandata del servizio postale universale ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261;
2. mediante operatore (agenzia di recapito o corriere) munito di licenza individuale o di autorizzazione ai sensi rispettivamente degli articoli 5 e 6 del decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261. La consegna del plico può essere fatta esclusivamente nei seguenti giorni ed orari di apertura degli uffici: dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 16.00.
3. consegna a mano presso l’indirizzo in precedenza enunciato nei soli giorni feriali (escluso il sabato) nell’orario dalle 10,00 alle 12,30.
Il recapito del plico entro il termine di decadenza sopra indicato rimane ad esclusivo rischio del mittente: a tal fine, si precisa che faranno fede esclusivamente la data e l’ora di arrivo. Saranno
pertanto ininfluenti la data e l’ora di spedizione ovvero la data e l’ora di ricezione da parte di soggetti diversi dal destinatario eletto.
Non saranno dunque presi in considerazione e non saranno aperti i plichi che, per qualsiasi ragione, non risultino pervenuti entro l’ora, il giorno e il luogo fissati. La Fondazione declina sin da ora ogni responsabilità relativa a disguidi postali o di qualunque altra natura che impediscano il recapito della suddetta documentazione entro il termine perentorio sopra indicato.
Il suddetto PLICO dovrà contenere al proprio interno, a pena di esclusione, n. 3 (tre) buste distinte e separate:
ï‚· Busta A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA;
ï‚· Busta B – PROPOSTA PROGETTUALE.
 Busta C – PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO
Le suddette due buste devono essere chiuse e controfirmate su tutti i lembi di chiusura e devono contenere al loro interno tutto quanto indicato nei punti successivi.

SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE
Una commissione di gara, appositamente nominata dopo il termine ultimo di presentazione delle domande, provvederà alla valutazione delle proposte correttamente e tempestivamente pervenute.
In una prima seduta pubblica, alla quale sarà data coerente evidenza pubblica sul sito della Fondazione, mediante preventiva indicazione del luogo e dell’ora, la Commissione procederà all’esame dei plichi d’invio; alla loro apertura ed all’esame delle buste ivi contenute; nonché all’apertura della busta “A” e all’esame della documentazione amministrativa ivi contenuta.
Con una seconda ed una terza seduta pubblica, delle quali è dovrà essere analogamente data notizia sul sito della Fondazione, la Commissione procederà all’apertura in sequenza delle buste “B” e delle buste “C”, per verificarne il contenuto. Per poi procedere in successive e distinte sedute riservate, all’esame ed alla valutazione delle proposte ivi contenute secondo le modalità di cui all’Art. 12.
Fermo restando quanto sopra, si evidenzia che alle suddette sedute pubbliche sarà ammesso ad assistere con facoltà di intervento un solo rappresentante per ciascun operatore concorrente (anche in caso di Raggruppamento), munito di valido documento di riconoscimento e della documentazione attestante i poteri (atti attestanti i poteri di rappresentanza, delega, procura).